Busto accarezza l’impresa, ma poi cede ai campioni d’Italia della Pro Recco

Questa volta alla prova stellare della Busto Bpm Sport Management manca solo il risultato finale per poter parlare d’impresa, ma la formazione di Busto Arsizio se la gioca fino in fondo contro i campioni d’Italia della Pro Recco, con i tricolori che solo nel quarto parziale riescono a piegare la gara tutto cuore di capitan Luongo e compagni. Solo nel quarto tempo i bustocchi s’arrendono alla corazzata ligure che alla fine si aggiudica il successo per 7-6.

La gara: l’avvio di gara è già il presagio di una partita decisamente meno scontata di quanto si potesse pensare alla vigilia, perché il primo gol lo firmano i Mastini di mister Baldineti che vanno subito in vantaggio grazie al rigore trasformato da capitan Luongo. Di Fulvio fa pari prima della sirena, ma l’avvio del secondo tempo è ancora uno show targato Mastini, con il sette bustocco che torna nuovamente al comando della partita con l’ex Edoardo Di Somma che beffa quella che una volta era la sua squadra realizzando il momentaneo 1-2. Il copione recchelino è uguale a quello del primo tempo e Di Fulvio, su rigore, riporta nuovamente la gara in parità. Manic firma il primo vantaggio casalingo nel terzo parziale, ma un altro ex ligure come Lorenzo Bruni segna uno dei gol più belli della partita per il 3-3. Molina dà di nuovo il vantaggio ai suoi, ma gli ospiti non ci pensano neanche lontanamente a mollare e Damonte, con l’uomo in più (primo e unico gol in superiorità di tutta la gara), fa capire a tutti il perché della convocazione in azzurro con un missile che s’infila alla destra di Tempesti. Nel quarto tempo ci pensa la superstar Echenique a firmare una doppietta in poco meno di un minuto per il 6-4 casalinga, ma la Busto Bpm Sport Management non molla con Fondelli che si carica la squadra sulle spalle per il -1, imitato, dopo il terzo gol di Echenique, da Di Somma che fa 7-6 a 2’ dall’ultima sirena. L’ultimo disperato assalto ospite è affidato al capitano Luongo che però non riesce a trovare il tiro del potenziale pareggio e nell’ultimo minuto di gara Recco fa passare il tempo sfruttando anche una superiorità fino ad arrivare alla sirena finale che sancisce il definitivo 7-6 dei padroni di casa.

Prossimi impegni e variazioni: il prossimo impegno della Busto Bpm Sport Management è fissato per sabato 17 alle ore 15.00, quando la formazione bustocca ospiterà alle piscine Manara di Busto Arsizio (VA) l’Ortigia Siracusa, nella riedizione della finale del terzo posto dello scorso campionato.

Marco Baldineti (Allenatore Busto Bpm Sport Management): “I giocatori hanno fatto benissimo così come Zimonjic in panchina (chiamato a sostituire il tecnico della formazione di Busto Arsizio espulso nel secondo tempo) e sono contento. Abbiamo fatto una partita come a livello di quella con l’Olympiacos e i ragazzi hanno dimostrato che siamo lì anche con il Recco andiamo avanti non ci fermiamo. Noi abbiamo fatto una partita d’altissimo livello, nonostante loro che ci abbiano fatto pressing con mani addosso per tutta la partita e nonostante qualche episodio a nostro sfavore. Secondo me abbiamo messo un tarlo in testa anche a loro, dobbiamo mantenere questo ritmo e questa intensità. I ragazzi hanno fatto la terza partita splendida in sette giorni e sono orgoglioso di loro e contento per loro e per il presidente Tosi perché torniamo a casa a testa alta”.

PRO RECCO 7
BUSTO BPM SPORT MANAGEMENT 6

PARZIALI: 1-1; 1-1; 2-2; 3-2.

PRO RECCO: Tempesti, Di Fulvio 2 (1rig.), Mandic 1, Bukic, Molina 1, Velotto, Aicardi, Echenique 3, Figari, Renzuto Iodice, Ivovic, Gitto, Bijac. All.: Rudic.

BUSTO BPM SPORT MANAGEMENT: Lazovic, Dolce, Damonte 1, Alesiani, Fondelli 1, Di Somma 2, Drasovic, Bruni 1, Mirarchi, Luongo 1 (1rig), Casasola, Valentino, Nicosia. All.: Baldineti.

ARBITRI: Centineo, Severo.

Espulso per proteste l’allenatore della Sport Management Baldineti nel secondo tempo. Uscito per limite di falli Echenique (Pro Recco) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Pro Recco 0/7 + un rigore; Sport Management 1/11 + un rigore. Spettatori 400 circa.

Nella foto (ufficio stampa Pro Recco): Di Fulvio marcato da Bruni e Alesiani