S’infrange in semifinale il sogno scudetto della Pallanuoto Banco Bpm Sport Management che ai rigori cede all’An Brescia

Il sogno della prima finale scudetto della storia della Pallanuoto Banco Bpm Sport Management s’infrange a un passo dal traguardo e sono alla fine i rigori a consegnare il successo per 12-10 all’An Brescia in semifinale (bresciani che domani alle 16.00 affronterà la Pro Recco per il titolo). Alle 13.00 invece i Mastini saranno in vasca con i padroni di casa dell’Ortigia Siracusa per la finale che vale il terzo posto.

LA GARA Rizzo apre le marcature della seconda semifinale poi Brescia firma, in superiorità, il 2-0 un attimo prima della sirena del primo tempo. La partita sale di colpi poi è ancora la formazione bresciana a realizzare con Nora, ma i Mastini accorciano grazie al rigore realizzato da Figlioli che segna il 3-1. Un attimo più tardi però il capitano azzurro è costretto a lasciare la partita perché espulso e Brescia sfrutta la situazione per allungare sul 4-1. La Pallanuoto Banco Bpm Sport Management però non demorde con Baraldi che prima guadagna l’uomo in più e poi su assist di Luongo infila il 4-2. È poi lo stesso Luongo a iscriversi a referto ben imbeccato da Gallo, con la squadra di mister Baldineti che si riporta prepotentemente in partita dopo 2’ del terzo parziale. Lazovic neutralizza la superiorità bresciana chiudendo la porta dei Mastini poi è un fantastico Mirarchi in tap in a riportare la gara in perfetta parità dopo 3’ del terzo parziale. Nonostante la doppia superiorità di Brescia la difesa della squadra di Baldineti è attenta e salva la porta di Lazovic poi dall’altra parte si ripete al contrario la medesima situazione con i bustocchi che si vedono negati da Del Lungo il vantaggio, ma nell’azione successiva è l’idolo di casa Valentino Gallo a far sognare i Mastini che si portano per la prima volta in vantaggio. Brescia in avvio di quarto tempo, con l’uomo in più, rimette la partita in parità con Bertoli che segna dopo 10 minuti di digiuno. Luongo, a uomini pari, indovina un gol clamoroso con la palombella di una precisione chirurgica che significa 6-5 a 4’ dalla  fine, ma Brescia impatta con Muslim che segna in superiorità. Baraldi mette in difficoltà Bertoli che fa autorete, ma la formazione di Bovo ritrova ancora il pari con Paskovic che supera Lazovic. La Pallanuoto Banco Bpm Sport Management però è chirurgica e sfrutta alla perfezione la prima superiorità del quarto tempo con la diagonale di Fondelli che riporta avanti i suoi. Di Somma prima e Gallo poi non riescono a centrare la porta per il potenziale +2 e Muslim a 28” dalla sirena fa pari poi Baraldi a 3” dalla fine non trova la porta e così si va ai rigori. Dai 5 metri il rigole decisivo è quello di Paskovic che regala la vittoria ai suoi.

Marco Baldineti (allenatore Pallanuoto Banco Bpm Sport Management): “Nel finale di gara abbiamo avuto due occasioni per chiudere la partita e purtroppo non siamo stati molto fortunati perché potevamo chiudere. Alla fine credo che noi e Brescia ci equivaliamo come squadre e oggi è andata meglio a loro, ma noi non siamo stati abbastanza cinici quando avremmo dovuto chiuderla. Su domani (Contro Siracusa) noi abbiamo tutto da perdere e la batosta di oggi sarà dura da digerire, ma noi proveremo a vincere lo scudetto dei normali”.

AN BRESCIA 8
PALLANUOTO BANCO BPM SPORT MANAGEMENT 8
12-10 dopo tiri di rigore

AN BRESCIA: Del Lungo, Guerrato, Presciutti, Guidi, Paskovic 1, Rizzo 1, Muslim 2, Nora 2, N. Presciutti, Bertoli 1, Janovic, Vukcevic 1, Morretti. All.: Bovo.

PALLANUOTO BANCO BPM SPORT MANAGEMENT: Lazovic, Di Somma, Blary, Figlioli 1, Fondelli 1, Petkovic, Drasovic, Gallo 1, Mirarchi 1, Luongo 2, Baraldi 2, Valentino, Nicosia. All.: Baldineti.

Arbitri: Gomez, Colombo.

Note: parziali 2-0, 2-1, 0-4, 4-3. Spettatori 600 circa. Espulso Figlioli (SM) per gioco violento nel secondo tempo. Ammonito Baldineti (SM) per proteste nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Brescia 5/11, Sport Management 3/9. Tempi regolari terminati 8-8.

Ai rigori: Mirarchi (SM) parato, Janovic (B) rete, Drasovic (SM) rete, N. Presciutti (B) rete, Luongo (SM) palo, Rizzo (B) rete, Petkovic (SM) rete, Paskovic (B) rete.